IL TEMPO DI GIACOMETTI DA CHAGALL E KANDINSKY

maxresdefault

IL TEMPO DI GIACOMETTI DA CHAGALL E KANDINSKY

VERONA PALAZZO DELLA GRAN GUARDIA

DOMENICA 8 MARZO

 
ALBERTO GIACOMETTI E LA MOSTRA
Alberto Giacometti è stato uno dei maggiori scultori del Novecento, forse addirittura il maggiore, ed è attualmente lo scultore ampiamente più quotato sul mercato delle aste internazionali. Dall’idea di rendergli omaggio in Italia nasce questa mostra, realizzata grazie alla decisiva collaborazione della Fondazione Aimé e Marguerite Maeght di Saint-Paul-de-Vence, una delle più importanti istituzioni al mondo dedicate all’arte moderna e contemporanea.
Settanta sono le opere qui esposte di Giacometti, insieme a grandi quadri degli artisti del suo tempo, cha hanno fatto la storia della pittura contemporanea, da Kandinsky a Braque, da Chagall a Mirò.
 '' Tra disegni, sculture e scrittura - ha sottolineato il curatore Marco Goldin presentando la mostra - c'è un filo conduttore che è quello di costruire nell'immediatezza qualcosa destinato all'eternità". 
Tra le opere di Giacometti sono esposte le sue sculture più celebri, dipinti e disegni.
Dal suo tempo giovanile in Svizzera con i primi meravigliosi disegni fatti a poco più di dieci anni, alle sculture inaugurali attorno ai quindici anni fino alle prove surrealiste e poi quelle della maturità.
Il programma della giornata:
Ritrovo nei luoghi e agli orari stabiliti in fase di prenotazione.
Sistemazione in pullman e partenza per Verona con itinerario Lecco-Autostrada.
Sosta in Autogrill prima di arrivare in città.
Breve passeggiata dal parcheggio bus a Piazza Brà.
Incontro con la guida e ingresso alle ore 11.00 al PALAZZO DELLA GRAN GUARDIA per la visita guidata alla Mostra “IL TEMPO DI GIACOMETTI DA CHAGALL A KANDINSKY”.
Tempo a disposizione per il pranzo libero.
Ore 14.30 incontro con la guida e passeggiata alla scoperta del centro storico di Verona.
A seguire tempo libero.
Ore 18,00 ritrovo al pullman e partenza per il viaggio di rientro.
Arrivo in Valtellina in prima serata.

  Il viaggio verrà effettuato con un minimo di 30 persone.

 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE                EURO 83,00
La quota comprende:

Viaggio in pullman – biglietto d’ingresso alla Mostra e visita guidata – visita guidata di Verona – assicurazione – accompagnatore.

La quota non comprende

gli extra personali e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

 

Come funziona 

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI 

MOSTRA DI ANDREA MANTEGNA A TORINO

a 990260813

TORINO

MOSTRA DI ANDREA MANTEGNA PALAZZO MADAMA

e visita guidata del centro città

DOMENICA 19 APRILE

Ritrovo nei luoghi e agli orari stabiliti in fase di prenotazione. Sistemazione in pullman e partenza per TORINO. Sosta in Autogrill prima di arrivare in città. Ore 10.30 incontro con la guida, distribuzione delle radioguide e ingresso a PALAZZO MADAMA. Visita guidata alla Mostra ANDREA MANTEGNA Rivivere l’antico, costruire il moderno.
La grande esposizione vede protagonista Andrea Mantegna (Isola di Carturo 1431 – Mantova 1506), uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano, in grado di coniugare nelle proprie opere la passione per l’antichità classica, ardite sperimentazioni prospettiche e uno straordinario realismo nella resa della figura umana. Il percorso della mostra è preceduto e integrato, nella Corte Medievale di Palazzo Madama, da uno spettacolare apparato di proiezioni multimediali: ai visitatori viene proposta un’esperienza immersiva nella vita, nei luoghi e nelle opere di Mantegna, così da rendere accessibili anche i capolavori che, per la loro natura o per il delicato stato di conservazione, non possono essere presenti in mostra, dalla Cappella Ovetari di Padova alla celeberrima Camera degli Sposi, dalla sua casa a Mantova al grande ciclo all’antica dei Trionfi di Cesare. Nelle monumentali sale di Palazzo Madama viene proposto un percorso artistico ben suddiviso per evidenziare i momenti salienti della sua carriera tra Padova e Mantova - che parte dal periodo giovanile, ancora acerbo ma già prodigioso, fino al suo ruolo ormai maturo presso la corte dei Gonzaga. Un vero e proprio "viaggio" in sei sezioni nella passione di Mantegna per l'antichità classica e nelle sue sperimentazioni moderne nella resa della figura umana, dove la prospettiva viene usata per dare monumentalità ai personaggi. Grazie a prestigiosi prestiti internazionali da alcune delle più grandi collezioni del mondo, dal Louvre di Parigi al Metropolitan Museum di New York, dallo Staatliche Museum di Berlino al Liechtenstein Museum  di Vienna oltre ai prestiti di numerose collezioni italiane, il Piano Nobile di Palazzo Madama accoglie l’esposizione dei capolavori, a partire dal grande affresco staccato proveniente dalla Cappella Ovetari,sopravvissuto al bombardamento della seconda guerra, appena restaurato ed esposto per la prima volta e  dalla lunetta con Sant’Antonio e San Bernardino da Siena proveniente dal Museo Antoniano di Padova. 
Accanto a dipinti, disegni e stampe di Mantegna, sono esposte opere fondamentali di alcuni artisti contemporanei che a Mantegna erano in qualche modo legati: da Paolo Uccello ad Antonello da Messina, da Donatello a Pisanello, da Correggio a Giovanni Bellini così come sculture antiche e moderne, dettagli architettonici, bronzetti, medaglie, lettere autografe e preziosi volumi antichi a stampa e miniati.
Al termine della visita pranzo libero.
Nel primo pomeriggio incontro con la guida e passeggiata alla scoperta delle bellezze della Prima Capitale d’Italia! In Piazza Castello, una delle piazze più grandi d’Italia, si vedranno gli esterni di Palazzo Madama e di Palazzo Reale. Si entrerà nella Chiesa di San Lorenzo, la cappella regia dei Savoia, considerata una delle trecento chiese più belle al mondo, si entrerà nel Duomo per vedere dove è custodita la reliquia più importante e discussa al mondo, la Sindone. Si raggiungerà Piazza Carignano dove l’omonimo Palazzo domina con la sua splendida facciata ondulata, uno dei luoghi più eleganti di città. La passeggiata prosegue sotto la galleria Subalpina, in stile liberty, per narrare la storia del Bicerin, bevanda a base di crema di latte, caffè e cioccolato di nocciole piemontesi.
Partenza per il rientro nel tardo pomeriggio. 
Arrivo in Valtellina in prima serata. 
  
 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE EURO 83,00
 
 
Il viaggio verrà effettuato con minimo 30 persone partecipanti
 
La quota comprende: 

Viaggio in pullman – biglietto d’ingresso alla Mostra e visita guidata condotta da una guida qualificata e con l’ausilio di radioguide – visita guidata di Torino – assicurazione – accompagnatore.

La quota non comprende:

Eventuali extra personali e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI 

MOSTRA DI GEORGES DE LA TOUR A MILANO

De la Tour mostra

MILANO

MOSTRA DI GEORGES DE LA TOUR

PASSEGGIATA HIGLINE SUI TETTI DELLA GALLERIA vITTORIO EMANUELE II

DOMENICA 5 APRILE

Il programma della giornata:
Ritrovo nei luoghi e agli orari stabiliti in fase di prenotazione. Sistemazione in pullman e partenza per MILANO. Ore 10.45 incontro con la guida, distribuzione delle radioguide e ingresso a PALAZZO REALE. Visita guidata alla Mostra GEORGES DE LA TOUR. L’EUROPA DELLA LUCE.
Georges de la Tour (1593-1652) è una delle grandi riscoperte artistiche del Novecento. Dal 1915, anno in cui lo storico dell’arte tedesco Hermann Voss pubblicò un articolo rivelatore sulla sua opera, il pittore del Seicento francese non smette di affascinare generazioni intere di storici dell’arte, che si prodigano alla ricerca di documenti, quadri e disegni che testimonino l’attività di un artista straordinario, non convenzionale ed emozionante. Oggi che il mondo artistico internazionale lo ha ormai da decenni ampiamente riscoperto e studiato (anche se ancora non completamente), non stupisce che venga definito il “Caravaggio francese”: uomo dal carattere difficile e dalla vita agitata, facile alla violenza (un po’ alla Caravaggio), padre di dieci figli, e abituato a condividere la casa con un gran numero di cani randagi. Milano, prima volta in Italia, dedica a quella che è a tutti gli effetti una gloria nazionale francese la mostra “Georges de La Tour. L’Europa della luce nelle sale di Palazzo Reale. Un’ottima occasione per ammirare i lavori di questo maestro della luce, i suoi bagliori al lume di candela, le sue suggestioni, la sua tavolozza fatta di ombre e di profili illuminati, modelli assorti e silenziosi. Ma anche le sue figure crudamente realistiche, i volti segnati dalla miseria, dall’ignoranza e dalla povertà, oltre che dall’inesorabile scorrere del tempo. In tutto 33 opere, 16 delle quali del pittore lorenese, le altre di altri artisti del tempo.
Un evento imperdibile considerando la difficoltà di ottenere i prestiti di questi capolavori, nessuno dei quali è custodito in Italia e di cui difficilmente le istituzioni museali riescono a privarsene. Le opere esposte arrivano da tre continenti prestate da ben 26 Musei. Considerato uno dei più importanti interpreti della pittura del Seicento, La Tour ritrae angeli presi dal popolo, santi senza aureola né attributi iconografici, e predilige soggetti presi dalla strada, come i mendicanti, dipingendo in generale gente di basso rango più che modelli storici o personaggi altolocati. De la Tour è uno dei pittori prediletti dai francesi ed è considerato il Caravaggio francese: Georges de la Tour con l’inquieto Caravaggio condivide la predilezione per soggetti umili e corpi imperfetti, il senso drammatico e teatrale, lo studio accurato della composizione e della luce. I quadri sono perlopiù di piccolo o medio formato, intimi, privi di sfondo paesaggistico, notturni e presunta dall’impianto geometrico semplice ma modernissimo per l’epoca. Enigmatico maestro della luce si destreggia tra spiritualità e realismo, delicatezza e brutalità. La sua pittura è caratterizzata da un profondo contrasto tra i temi “diurni”, crudelmente realistici e i temi “notturni” con splendide figure illuminate dalla luce di una candela. 
Al termine della visita, ore 13.00 circa, tempo a disposizione per il pranzo libero.
Pomeriggio dedicato ad una suggestiva passeggiata “sui tetti della città”
Ore 14.20 ritrovo in Piazza Duomo e incontro con la guida.
Alle ore 14.30 salita e “percorso Highline Galleria”: un camminamento sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II, frutto del percorso di valorizzazione dei piani alti del complesso monumentale, che collega Piazza del Duomo e Piazza della Scala. La passeggiata permetterà di vedere le guglie del Duomo da vicino e godere di una vista mozzafiato dello skiline di Milano.
Con salita in ascensore, si percorre una passerella di 250 mt sospesa lungo i tetti della Galleria che permetterà di toccare con mano la Cupola. E’ il vecchio camminamento che gli operai usavano per la manutenzione, interamente ristrutturato e riaperto nel 2015. Da questa altezza si ammira tutta Milano: piazza Duomo e piazza Scala in primis ma si ha una visione fantastica della “Madunina” e di tutti gli edifici di Milano City life e del Castello Sforzesco.
Alle ore 15.30 circa discesa in ascensore e visita della Galleria. Progettata e costruita da Giuseppe Mengoni tra il 1865 e il 1877, la Galleria Vittorio Emanuele II è uno dei più antichi centri commerciali del mondo e un simbolo puro di Milano. 
Accompagnati dalla guida si andrà a scoprire i segreti che nasconde la galleria più famosa d’Italia, da sempre “il salotto” di Milano: i fregi, le decorazioni, gli stucchi, la ricchezza del pavimento, la grande cupola centrale in mezzo all’Ottagono, …
La visita termina alle ore 16.15 in Piazza della Scala.
Tempo libero e alle ore 17.30 ritrovo al pullman per il viaggio di rientro in Valtellina.
  
 
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE ADULTO EURO 76,00
 
 
Il viaggio verrà effettuato con minimo 30 persone partecipanti
 
La quota comprende: 

viaggio in pullman Gran Turismo – biglietto d’ingresso alla Mostra a Palazzo Ducale e visita guidata – biglietto di accesso a Highline Galleria e passeggiata con guida – accompagnatore – assicurazione.

La quota non comprende:

Eventuali extra personali e tutto quanto non specificato alla voce “la quota comprende”.

PRENOTA O RICHIEDI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI